Parrocchia Santa Chiara in Roma
Oggi è San Luca,Santa Alda, Santa Tea.

Azione cattolica a S. Chiara

L’Azione Cattolica è un’associazione di fedeli, uomini, donne, giovani e ragazzi, che scelgono di vivere appieno la loro vocazione nella Chiesa al servizio delle comunità e del territorio in cui si trovano.

È una scelta che talvolta implica fatica ed impegno ma che fa crescere e sperimentare la bellezza del sentirsi parte viva di una comunità vissuta come una famiglia.

Il decreto sull’apostolato dei laici (Apostolicam Actuositatem) impegna gli aderenti all’Associazione Cattolica alla formazione personale ed alla testimonianza, ricordando che il contributo da portare è quello laicale: cioè quello di mettere sul tavolo il mondo reale e la vita delle persone, secondo il ruolo che il Concilio Vaticano Secondo ha affidato ai laici nella missione della Chiesa.

Il fine dell’Azione Cattolica nel mondo” - riprendendo le parole di Papa Giovanni Paolo II in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù nel 2002 a Toronto – “è cercare di formare operatori capaci di non lasciarsi scoraggiare da coloro che, delusi dalla vita, sono diventati sordi ai desideri più profondi e più autentici del loro cuore”.

Nella comunità di S. Chiara, l’Azione Cattolica è presente per il Settore Adulti, il cui compito ed obiettivo condiviso è la crescita spirituale, individuale e di gruppo, per poter dare alla comunità parrocchiale un servizio serio e motivato per tutto ciò di cui ha bisogno.

Un sicuro mezzo per raggiungere questo è la preghiera, seguendo l’esempio di Madre Teresa di Calcutta "Il frutto del silenzio è la preghiera, il frutto della preghiera è la fede, il frutto della fede è l'amore, il frutto dell'amore è il servizio, il frutto del servizio è la pace".


Appuntamenti

Ogni primo lunedì del mese, alle ore 16.30: incontro in Centro Diocesano, via della Pigna, per affrontare temi di carattere religioso e di attualità sociali e confrontarsi con gli altri gruppi parrocchiali della città.

Ogni secondo giovedì del mese, alle ore 16.30: incontro in Parrocchia per riflettere ed approfondire i temi della fede e le esigenze della comunità parrocchiale.


Attività

Il gruppo di Azione Cattolica Adulti

  • si ispira al seguente principio: “l’Azione Cattolica esprime il meglio di sé quando ogni generazione cammina con lo sguardo rivolto a quella che la precede, con la mano tesa verso quella che la segue”.
  • testimonia ed anima le attività religiose della Parrocchia, dando particolare rilievo all’Adorazione Eucaristica dei primi venerdì del mese ed alla Via Crucis nei venerdì di Quaresima;
  • segue con sollecitudine alcuni casi di persone anziane, confortandone la solitudine ed assolvendo, talvolta, al ministero straordinario della Comunione durante le celebrazioni eucaristiche;
  • prosegue un’iniziativa a suo tempo promossa dal centro diocesano di Azione Cattolica, sostenendo famiglie albanesi in difficoltà tramite le suore della carità di Madre Teresa di Calcutta;
  • a suo tempo promosse e tutt’ora partecipa alle iniziative del Giardino delle Rose, concordandone le attività di carattere spirituale;
  • cura la buona presentazione della Chiesa, degli altari e dell’arredo floreale ordinario per le celebrazioni eucaristiche.
  • L’attuale presidente è Alessandra Cominotti Spada.

Origini e finalità

L'Azione Cattolica Italiana è la più antica, ampia e diffusa tra le associazioni cattoliche laicali d'Italia.

Attualmente conta circa quattrocentomila aderenti e, secondo i dati emersi dalla Conferenza Episcopale Italiana, alle sue attività partecipano ogni anno complessivamente oltre un milione di cattolici.

Nata nel 1868 sotto il pontificato di Pio IX per iniziativa di due giovani universitari, prese inizialmente il nome di “Società della Gioventù Cattolica Italiana” e, per disposizione papale, escluse ogni impegno politico diretto (il famoso “non expedit”).

Successivamente, nel 1908, Pio X diede nuovo impulso all’iniziativa quale principale strumento di contrasto agli aspetti negativi del modernismo, assegnandole l’attuale nome di “Azione Cattolica Italiana”.

Nel 1939, Pio XII elaborò un nuovo Statuto dell’Associazione e, per difenderla dal fascismo, provvide ad affidarla direttamente all’autorità ecclesiastica sospendendone la responsabilità laicale. Le difficoltà che seguirono e la tragedia della guerra non ridussero la vitalità dell’Associazione.

Nel dopoguerra, l’urgenza fu la ricostruzione del paese e la Chiesa ne venne direttamente coinvolta, mobilitando ogni risorsa e soprattutto il laicato a cui venne nuovamente affidata la responsabilità dell’Azione Cattolica.

Oggi, finalità principale dell’associazione è quella di “formare tutti gli individui che gli appartengono ad uno spirito franco e coraggioso e di professare pubblicamente la religione cattolica”.

Per gli aderenti, i principi di fondo da seguire sono:

  • l’Ecclesialità – devozione alla Santa Sede
  • la Catechesi – approfondire lo studio della religione per curare la formazione di giovani e di adulti
  • la Testimonianza – essere di esempio con la propria vita cristiana
  • la Carità – soccorrere i più poveri ed i più deboli.

Ovviamente, per rispondere alle diversificate esigenze formative e pastorali, propone itinerari differenziati secondo le età e le condizioni di vita:

  • Il Settore Ragazzi, che concentra l'attenzione dell'Associazione sui ragazzi dai 4 ai 14 anni, aiutandoli a divenire protagonisti del loro cammino di fede
  • Il Settore Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 ai 30 anni
  • Il Settore Adulti, che riunisce gli Aderenti di età superiore ai 30 anni.
Versione stampabile
 
 
 
 
 

Ricerca: