Parrocchia Santa Chiara in Roma
Oggi è San Gennaro,San Mileto, Santa Guglielma, San Peleo.

Concerto per il microcredito 20/1/2008

In sintesi

  • Aperitivo ore 19,30-21,15 in Sala s. Chiara (Sala Rossa)
  • Concerto ore 21,15-23,00 nell'Auditorium Due Pini
  • Suonano i "Maledettamente Tardi"
  • Apre il concerto "Ghita & The Little Packages"
  • Presso le strutture della Parrocchia di s. Chiara - piazza dei Giuochi Delfici
  • Offerta minima consigliata 10 euro
  • Incasso devoluto a sostegno di progetti di sviluppo fondati sul microcredito in Congo (assoc. Amka Onlus) e in Guatemala (Assoc. Progetto Continenti Onlus)
  • Organizzato dal Gruppo "Nicodemo" della parrocchia di s. Chiara, nell'ambito di un progetto di educazione alla mondialità

Programma della serata di domenica 20 gennaio 2008

  • Aperitivo ore 19,30-21,15 in Sala s. Chiara (Sala Rossa)
    • Ingresso da piazza dei Giochi Delfici, accanto al giornalaio
    • Menù 5 euro
  • Concerto ore 21,15 nell'Auditorium Due Pini
    • Ingresso via R. Zandonai, 2
    • Offerta minima consigliata 5 euro
  • Essendo domenica vi invitiamo a partecipare ad una delle due messe vespertine delle 19 o delle 20.

Chi suona?

Maledettamente Tardi

Rock / Funk / Alternativo

- Vittorio Pagano: voce
- Massimiliano Forlani: chitarra e voce
- Tommaso Sansonetti: batteria e voce
- Andrea De Besi: Basso

http://www.myspace.com/maledettamentetardi

Ghita & The Little Packages

Progetto multilaterale sia acustico (soul, blues, jazz e romanticherie varie..) che elettrico (brani originali e cover di qualità!)

- Ghita Casadei: voce
- Simone Battista: chitarra
- Marco Zenini: basso

http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewprofile&friendid=76878181

Per chi?

Incasso devoluto a sostegno di progetti di sviluppo fondati sul microcredito in Congo (assoc. Amka Onlus) e in Guatemala (Assoc. Progetto Continenti Onlus.

Trovate informazioni dettagliate sui siti delle associazioni e sul blog:

http://sicomoromicrocreditbank.splinder.com

Chi organizza?

Il tutto è organizzato dal Gruppo "Nicodemo" della parrocchia di s. Chiara, nell'ambito di un progetto di educazione alla mondialità.

Si tratta di ragazzi di 14-15 anni di uno dei Gruppi Sicomoro, il cammino di catechesi permanente che proponiamo dai 10 ai 15 anni.

Nascita e sviluppo del progetto sul microcredito

La scelta di un progetto di educazione alla mondialità

Nel cammino dei “Gruppi Sicomoro” il nostro obiettivo ultimo è di formare dei cristiani.
In questa ottica riteniamo indispensabile educare all'attenzione ai problemi degli altri e all'impegnarsi per risolverli.
Per questo motivo ogni anno proponiamo alcune attività di carità, sviluppando qualche progetto.
Quest’anno abbiamo scelto di fare una attività di educazione alla mondialità.
Riflettendo sulle tematiche da affrontare abbiamo deciso di concentrarci sullo strumento del microcredito e sul sostegno ad alcuni progetti di promozione sociale che utilizzano tale strumento.
Abbiamo chiesto la collaborazione di due Onlus presenti nella vita della nostra parrocchia, Amka e Progetto Continenti, ed insieme ai responsabili di queste associazioni ed ai catechisti, che ringraziamo di cuore, abbiamo sviluppato il progetto che segue, tra fine novembre e gennaio.
I destinatari erano i ragazzi del gruppo Gruppo "Nicodemo" di 1° superiore, e Gruppo "Lazzaro" di 3° media, ma l’intenzione era quella di coinvolgere, quantomeno come sensibilizzazione, anche i ragazzi poco più piccoli e poco più grandi di loro.

Lo strumento del microcredito

Uno dei problemi maggiori del nostro tempo è il fatto che in molte parti del mondo è impossibile avere una vita serena, a causa del sottosviluppo e della povertà.
Se tante persone arrivano in Italia, creando a volte tensioni, è perché fuggono da luoghi dai quali anche noi fuggiremmo, perché nei loro paesi sono condannate ad una vita di stenti, senza prospettive.
Perché non provare a capire un po' meglio il problema?
Perché non iniziare a fare qualcosa?
Uno strumento di sviluppo è il microcredito (http://it.wikipedia.org/wiki/Microcredito), ovvero un sistema di piccoli prestiti destinati ad imprenditori troppo poveri per ottenere credito dai circuiti bancari tradizionali, ideato da inventato dall'economista e banchiere bengalese Muhammad Yunus (http://it.wikipedia.org/wiki/Muhammad_Yunus) (in lingua bengalese: Muhammod Iunus) (Chittagong, 28 giugno 1940).
A Yunus nel 2006 è stato assegnato il Premio Nobel, insieme alla Grameen Bank da lui fondata, "per i loro sforzi per creare lo sviluppo economico e sociale dal basso".

Introduzione ai concetti del microcredito

I gruppi Gruppo "Nicodemo" di 1° superiore, e Gruppo "Lazzaro", con alcune differenze, hanno percorso il cammino che segue.
Abbiamo iniziato con una attività per riflettere, una sorta di gioco di ruolo nel quale compare una donna nigeriana in cerca di un prestito per l'acquisto di una macchina da cucire, alla quale nessuna banca tradizionale lo concede, ma solo la Graamen Bank: i ragazzi rappresentavano gli impiegati delle differenti banche, che applicavano le loro strategie aziendali.
Elaborando questo gioco abbiamo spiegato la logica del microcredito mostrandone la sorprendente realizzabilità ed efficacia.

Illustrazione di alcuni esempi concreti realizzati

Abbiamo quindi invitato dei volontari di “Amka” e “Progetto Continenti” a presentarci dei casi concreti, con foto, videopresentazioni e racconti di chi ha collaborato di persona ai progetti di sviluppo.
“Amka” ha illustrato la sua attività in Congo e come, attraverso il microcredito unito ad una formazione professionale, si sono potute impiantare alcune attività di panificazione e di sartoria.
“Progetto Continenti” ha spiegato la realtà della città di Angkor, in Cambogia, nella quale il finanziamento tramite microcredito di alcune attività produttive locali, unito alla creazione di un centro di accoglienza per bambini di strada, sta conducendo gradualmente ad uno sviluppo dell’intero contesto sociale di quella cittadina, senza snaturarne l’identità culturale.

Proposta di collaborazione ad alcuni progetti da realizzare

A questo punto abbiamo proposto ai ragazzi di collaborare attivamente a dei nuovi progetti di sviluppo fondati sul microcredito, uno di “Amka”, in Congo e uno di “Progetto Continenti” in Guatemala, trasformandosi essi stessi una sorta di banca, la “Sicomoro’s Microcredit Bank”.
Per essere una banca dovevano crearsi un capitale, e reinvestirlo per continuare a farlo crescere. Questo capitale lo dovevano poi utilizzare per il finanziamento dei progetti.
Come fare?

L’organizzazione della festa e del concerto di beneficenza

A tale scopo abbiamo organizzato con loro a s. Chiara una festa di beneficenza, il 19 dicembre, e un concerto, il 20 gennaio, nei quali raccogliere soldi non solo con i biglietti di ingresso, ma anche vendendo qualcosa prodotto da loro e finanziato dalle casse di s. Chiara, con l’intento di fargli sperimentare di persona cosa significa il microcredito.

Il Blog

Abbiamo creato un blog, dal nome http://sicomoromicrocreditbank.splinder.com. Nel blog abbiamo spiegato nel dettaglio le iniziative che vogliamo finanziare, e abbiamo offerto uno spazio di discussione nel quale i ragazzi potevano proporre dei loro progetti per ottenere dei guadagni: i progetti migliori li avremmo finanziati, facendo sperimentare ai ragazzi anche la condizione di beneficiari di microfinanziamenti. Ad esempio era stata proposta la vendita di hot dog nell’aperitivo che avrebbe preceduto il concerto: se chi l’avesse proposta si fosse informato sui prezzi delle materie prime, e avesse organizzato la preparazione e la vendita con un gruppetto di suoi amici, avrebbe ricevuto da noi, banchieri della “Sicomoro’s Ethic Bank” un finanziamento con la logica del microcredito. Sfortunatamente per lui gli utili non avrebbe potuto intascarseli, ma sarebbe stato decisamente persuaso a devolverli alla causa dei progetti ai quali stavamo collaborando. Al blog avevamo invitato a partecipare chiunque fosse interessato, anche esterno ai gruppi e a suggerirci idee di attività redditizie e realizzabili (escluse quelle illegali :) ).

La conferenza di Yunus

il caso ha voluto che dal 13 al 15 dicembre si tenesse proprio a Roma l' VIII Summit Mondiale dei Premi Nobel della Pace, tra i quali era presente anche Mohammad Yunus, vincitore del premio nel 2006 e inventore del sistema bancario del microcredito.
Proprio Yunus il 14 dicembre ha partecipato ad una conferenza dal titolo: "THE NEXT GENERATION: contro la povertà un'altra economia?" presso la Città dell'Altra Economia.
Alcuni responsabili di Progetto Continenti, di Amka ed alcuni catechisti sono andati a questa conferenza e anche alcuni (pochi) dei nostri ragazzi hanno partecipato.

Un bilancio provvisorio

La fase iniziale di informazione e di sensibilizzazione ci sembra che sia andata bene.

Già dalla festa del 19 dicembre abbiamo purtroppo notato una scarsa responsabilizzazione dei ragazzi: chi ha lavorato di più sono stati i catechisti. Tutti i ragazzi hanno partecipato con entusiasmo, ma solo pochi si sono impegnati davvero, gli altri hanno pensato più a divertirsi che a lavorare.

Il blog non ha avuto un gran successo: non sono venute fuori idee concrete e realizzabili, e a nessuno è stato dato il microfinanziamento.
Forse era chiedere troppo? Erano troppo piccoli? Noi ci abbiamo provato.

Come andrà questo concerto?
Non siamo riusciti a coinvolgere i ragazzi di 3° media nell’organizzazione, della quale si occuperanno solo quelli di 1° superiore, e abbiamo dovuto rinunciare alla vendita di prodotti realizzati concedendo microcrediti a gruppetti di ragazzi.
Gli organizzatori di 1° superiore sono una ventina e una decina di ragazzi di 3° media dovrebbero venire. Già è qualcosa…

Insomma, non tutto è andato come avremmo voluto, forse la nostra proposta era un po’ troppo da grandi, ma speriamo che qualcosa sia passato.

Versione stampabile
 
 
 
 
 

Ricerca: