Parrocchia Santa Chiara in Roma
Oggi è Santa Maria Vittoria de Fornari-Strata,San Santulo, Santa Crocefissa, San Celiano.

Educazione alla Mondialità

Il gruppo "mondialità" si propone di:

a) risvegliare la consapevolezza individuale e collettiva della comunità parrocchiale riguardo a concetti quali giustizia solidale, interdipendenza dei popoli, crescita delle disuguaglianze;

b) favorire, attraverso la conoscenza ed il sostegno a progetti di cooperazione internazionale, la partecipazione attiva a prospettive di cambiamento e di sviluppo sostenibile.

Tali obiettivi saranno perseguiti attraverso tre momenti: auto-formazione, interventi presso la comunità, interventi presso i paesi in via di sviluppo.

I progetti di intervento sono stati scelti per aree tematiche e geografiche diverse e fanno capo ad Associazioni e gruppi differenti. Tale scelta offre una vasta panoramica di come si opera nei paesi in via di sviluppo e soprattutto vuole comunicare l’enorme valore costituito dal lavorare in sinergia per una missione comune.

  • Brasile

Si ripropone il sostegno ai tre asili sotto la responsabilità di Don Roberto Carrara. Uno fondato da lui quando era parroco nella città di Apucarana e gli altri due in una città vicina, Ribeirão do Pinhal, tutti i tre nello Stato di Paraná. I bambini che vengono adottati a distanza non sono abbandonati ma sono figli di genitori poveri che durante la giornata lavorano e non sanno a chi affidarli. Gli asili li accolgono dal Lunedì al Venerdì, togliendoli dalla strada. Sono 450 bambini circa, da un anno fino ai 12, e viene loro offerta la colazione, il pranzo e la merenda (per molti di loro si tratta degli unici pasti giacché non hanno da mangiare a casa loro). L'impegno economico per assicurare ai bambini la frequenza all'asilo è di 312 Euro annuali, o 26 al mese.

  • Repubblica Democratica del Congo (ex ZAIRE)

AMKA onlus è un'organizzazione senza scopo di lucro nata nel 2001 per iniziativa di ragazzi della Comunità giovanile di Santa Chiara. Obiettivo dell'Associazione è contribuire al miglioramento delle condizioni di vita nella Repubblica Democratica del Congo, avviando attività di sviluppo autonomo che promuovano i diritti di base attraverso la partecipazione attiva dei beneficiari. AMKA onlus ha avviato nella città di Lubumbashi e nelle zone rurali limitrofe un programma integrato di sviluppo responsabile che agisce in settori quali l'educazione elementare, la salute, la formazione e la microimpresa.

PROGRAMMA DI LOTTA ALLA TRASMISSIONE MATERNO INFANTILE DELL'HIV-AIDS

In due ospedali di Lubumbashi AMKA ha istituito centri di consulenza e di sostegno per le donne incinta mettendo a disposizione 4 assistenti sociali ed un medico per accogliere le donne e spiegar loro i rischi dell'HIV. Per le donne che accettano di sottoporsi al test dell'HIV e che risultano sieropositive AMKA prevede un sostegno psicologico e sanitario che permette di ridurre i rischi di trasmissione al feto e di seguire e aiutare le mamme fino al sesto mese di vita del bambino.

Sostegno medico e psicologico, assistenza nutrizionale e allattamento artificiale sono le basi del programma.

  • Albania

A seguito della missione di volontariato effettuata nell'estate 2006, il progetto si ripropone di creare un legame permanente con la Casa dei Gesuiti di Tirana, diretta da Padre Gianfranco Iacuzzi, al fine di sostenerne le iniziative. Al momento il laboratorio sta contribuendo allo sviluppo delle seguenti attività di assistenza:

  • Creazione di una "casa protetta" per ragazze con gravi problemi familiari. Lo scopo è quello di sottrarre alcune ragazze alle violenze domestiche.
  • Sostegno alle attività svolte dalle Suore Missionarie delle Carità di Tirana: supporto alle case di accoglienza di Tirana 1 (che offre ricovero a persone con infermità fisiche e mentali) e di Tirana 2 (che ospita ragazze madri e persone anziane prive di sostentamento).

Il progetto, inoltre, provvede alla raccolta di risorse economiche, vestiario e generi alimentari da inviare a Tirana.

  • Cambogia

Progetto Continenti Onlus:LA SETA NEL FUTURO DELLE DONNE A SIEM REAP

Siem Reap si trova nel distretto di Pouk, in una delle province più povere della Cambogia. Nonostante il crescente sviluppo turistico attorno ai templi di Angkor, e comunità rurali che abitano i villaggi della provincia non dispongono di mezzi e opportunità per avviare processi di auto-sviluppo o attività generatrici di reddito. Gli adulti stentano a garantire la sopravvivenza alle famiglie ed i bambini vengono spesso indotti a mendicare attorno ai siti archeologici o ad offrirsi quali oggetto del turismo più malvagio. Il laboratorio artigianale della seta è operativo dal 2005 ed è localizzato presso Sangkheum, il centro di accoglienza e formazione per bambini e ragazzi di strada, avviato da Progetto Continenti a Siem Reap. Oltre al sostentamento del centro Sangkheum, il laboratorio ha due obiettivi fondamentali:

  • La formazione professionale di ragazze fra i 17 e 25 anni nel campo della sartoria, dando loro inoltre la capacità di acquisire gli strumenti di base per avviare e gestire un laboratorio tessile.
  • L’ inserimento lavorativo delle ragazze formate sia all’interno del laboratorio della seta che in attività proprie nei villaggi di origine, sostenute da Progetto Continenti attraverso il microcredito.

Nell’accogliere le giovani donne al laboratorio vengono innanzitutto privilegiate: ragazze orfane cresciute e/o che vivono al Sangkheum Center; donne vittime di violenza; giovani madri disoccupate o ragazze provenienti dalle aree più povere del distretto. Attualmente nel laboratorio, oltre alle figure professionali necessarie per una buona gestione, sono state impiegate già 18 ragazze che hanno concluso il corso nell’ultimo anno e la qualità della produzione sta raggiungendo ottimi livelli. I prodotti di seta realizzati nel laboratorio sono inseriti a livello locale nei canali commerciali legati al turismo ed in Italia sono promossi da Progetto Continenti prevalentemente attraverso il circuito del Commercio Equo e Solidale.

Torna alla pagina iniziale dei Laboratori Missionari della Fede.

Versione stampabile
 
 
 
 
 

Ricerca: